Implantologia

CHE COS’E’ UN INNESTO OSSEO

Durante il naturale  ciclo di rinnovamento cellulare del corpo, alcune cellule specializzate entrano nel tessuto attraverso l’irrorazione sanguigna e rimuovono le cellule danneggiate, sostituendole con nuove cellule sane.

Con le procedure di innesto viene inserita una struttura di materiale nelle aree con carenza ossea in cui le cellule possono entrare attivando il processo di ricostruzione. Nel tempo, le cellule del corpo, rimodellando il materiale dell’innesto, lo integrano nel proprio tessuto osseo.

Il materiale per innesto osseo può provenire da varie fonti. L’innesto osseo autogeno è un materiale prelevato dal paziente stesso in un altro punto del corpo e trapiantato nel sito desiderato. Si tratta di un buon materiale per l’innesto, poiché contiene le stesse cellule del paziente e non comporta rischi di trasmissione di malattie. I principali aspetti negativi sono rappresentati dalla necessità di un secondo intervento chirurgico e dall’eventualità che non vi sia una quantità sufficiente di osso prelevabile.

 Implantologia con innesto osseo

Il tessuto osseo per alloinnesto è un materiale prelevato da un donatore che viene trattato per garantire la sua sicurezza e migliorare le sue proprietà. I vantaggi del tessuto osseo per alloinnesto consistono nel fatto che è subito disponibile e non necessita di interventi su un secondo sito chirurgico. Il tessuto osseo per alloinnesto è stato ben documentato da studi clinici ed ha dimostrato eccellenti risultati in termini di sicurezza.

Risulta quindi essere:

  • Immediatamente disponibile
  • Non richiede un secondo sito chirurgico
  • Efficacia clinicamente dimostrata
  • Sicurezza comprovata

Una volta ricostruito l’osso mandibolare si può procedere con l’impianto di viti in titanio, che aderiscono direttamente sull’osso e sulla gengiva e che rendono possibile la tenuta del dente.

I nostri centri